La Casetta su Instagram

Home  /  Biscotti e confetture   /  Knidlettes, piccoli cestini alle mandorle

Knidlettes, piccoli cestini alle mandorle

 Quando in Novembre sono tornata da Marrakech, nella piccola valigia partita da casa semivuota e ritornata colma di ricordi del Marocco, certo non potevano mancare degli appunti di cucina. Tra i vari libri anche uno specifico di dolci orientali. Le pasticcerie marocchine offrono una serie infinita di biscotti e dolcetti , i sapori predominanti sono le mandorle, le essenze di rosa e fiori d’arancio, spesso sono ricoperti da miele e raccolti in gusci di pasta frolla o pasta phillo. Oggi per voi la ricetta dei knidlettes

Per la pasta di mandorle:
  • 3oo g di mandorle pelate
  • 100 g di zucchero semolato
  • scorza di 1 limone bio  finemente grattugiata
  • 1 / 2 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • 1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio
  • 2 uova

 

Per la pasta:
  • 200 g di farina 00
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 100 g di burro
  • 5 cl di acqua di fiori d’arancio
  • un pizzico di sale

 

 

Tritare finemente le mandorle nel mixer. In una ciotola mescolare le mandorle con lo zucchero, la scorza di limone, la vaniglia e l’acqua di fiori d’arancio poi incorporare le uova, uno alla volta.

Lavorare bene l’impasto e mettere a riposare per 10 minuti.

Nel frattempo, preparare la pasta : in una ciotola mescolare la farina, lo zucchero ed il sale. Aggiungere il burro tagliato a piccoli pezzi poi l’acqua di fiori d’arancio. Mescolare con un cucchiaio e poi impastare fino ad ottenere una palla di pasta liscia e soda. Sulla spianatoia infarinata, stendere la pasta molto sottile con il matterello. Utilizzando un bicchiere o un coppapasta ritagliare dei dischi di pasta di 7 cm. di diametro.

Mettere un cucchiaio di pasta al centro di ogni disco, quindi sollevare i bordi tutto attorno, pizzicando con le dita per ottenere un cestino a pieghe. Procedere nello stesso modo fino ad esaurire gli ingredienti. Disporre le knidlettes sopra una placca ricoperta con carta da forno, stringendole, in modo che non si aprano durante la cottura. Cuocere a 180° per 10/ 15 minuti fino a che non saranno dorati. Lasciar raffreddare poi disporre su un piatto e cospargere di zucchero a velo

 

 

26 ottobre 2010

Biscotti di benvenuto

8 febbraio 2011

Cappe di noci

Comments

  • che belli questi cestini, Carola!
    ma hai pure pirografato il tagliere personalizzato? grande!

    23 gennaio 2011
  • Elegantissimi questi dolcini dei quali ignoravo l’esistenza! E che profumo tutte quelle mandorle nel ripieno…Ottima ricetta Carola. Un bacione

    23 gennaio 2011
  • Ciao!
    Scusa tantissimo l’effetto “spam”, ma abbiamo pochissimo tempo per avvisare tutti! Dopo il successo della precedente, decolla una nuova iniziativa food-bloggers contro l’atteggiamento indegno del Governo nei confronti delle donne. Qui trovi tutte le info. Vieni a leggere, grazie!
    http://merendasinoira.wordpress.com/2011/01/24/entro-il-6-febbraio-liberiamoci-del-maiale/
    http://kemikonti.blogspot.com/2011/01/nuovo-post.html

    24 gennaio 2011
  • Bellissimi cestini… Mandorle e fiori d’arancio che dolce chiccoso!!

    24 gennaio 2011
  • adoro i dolci orientali, ottima ricetta! :) peccato io sia a dieta, la conservo per momenti più “peccaminosi”!

    24 gennaio 2011
  • Bellissima ricetta! Questi dolcetti mi ricordano nella forma le pardulas, ottimi dolcini sardi alla ricotta :-)
    Complienti!
    simo

    24 gennaio 2011
  • Anch’io pensavo alle pardulas… Contaminazioni, dalla Sardegna al Marocco il passo è breve. Anche se dal nome credevo si trattasse di dolcetti austriaci. :-) W il pirografo, splendido il tagliere. Baci!

    24 gennaio 2011
  • Leggendo le prime sette righe mi hai fatto venir voglia di fare immediatamente le valige. È una vita che vogliamo andare in Marocco!
    Per adesso mi gusto con gli occhi questi dolcetti da mille e una notte…
    Buona settimana!

    24 gennaio 2011
  • :D
    sono fin troppo invitanti
    :*
    cla

    24 gennaio 2011
  • ciao carola,
    tornare dal marocco-tunisia-egitto senza innamorarsi perdutamente dei sapori e dei profumi di quello che loro preparano sia come spezie sia come dolci credo sia impossibile!
    io sono una vera e propria addicted a tutto quello che contiene frutta secca e miele!quasi la stessa passione che per il cioccolato!!!

    25 gennaio 2011
  • ma quanto son carini!!!! e devono esere anche mooooolto buoni

    25 gennaio 2011
  • Carola che bello il Marocco…è nei miei sogni già da un po’. Ci racconti qualcosa?

    Un bacio

    25 gennaio 2011
  • Non li conoscevo ma dall’aspetto devono essere di un buono!!!!!! Caspita sei stata in Marocco! Beata te!!!!
    Un abbraccio e buonissima giornata

    26 gennaio 2011
  • Ciao carissima… sempre cose buone e belle nella tua casetta magica! ste tortine devono esser deliziose!
    baci

    9 febbraio 2011
  • anna

    Reply

    ho appena infornato ma che fatica con la pasta,senza uova ho fatto i salti mortali per stenderla e anche per chiudere,i pizzicotti si rompevano,spero lo stesso in un buon risultato!

    10 dicembre 2011

Leave a comment