La Casetta su Instagram

Home  /  Pane, Pizze e Torte Salate   /  Pane ai cereali

Pane ai cereali

Domani si chiude il 2010, un anno passato in fretta ma intenso , ricco di avventure , di nuovi incontri, di storie. Voglio chiudere quest’anno con una ricetta di pane, alimento che rientra tra i più antichi del mondo che si tramanda in tutte le sue varietà da secoli e secoli, un prodotto fondamentale nella nostra alimentazione.

Nell’ultima escursione dell’anno, un brevissimo giro a Merano, non poteva mancare una visita alla libreria del paese. Ho trovato un libro uscito di recente: ” Dolci Dolomiti ” scritto da H.Gasteiger , G.Wieser e H. Bachmann già autori di “Cucinare nelle Dolomiti”, che raccoglie una serie di ricette di torte e dolci classici e sudtirolesi , pane, biscotti e pasticceria natalizia, praline e decorazioni. Il pane prodotto in Alto Adige , in Tirolo ed in tutto il territorio Austriaco è spesso composto da farine integrali, ricco di cereali e semi. Già dalla prima colazione è proposto in abbinamento alle tradizionali marmellate oppure accostato allo speck oppure al salmone. Questo in particolare , è l’insieme di tre tipi di farine e di sei semi diversi.

 

  • 350 ml. latte tiepido
  • 30 g. di lievito
  • 200 g. di farina integrale di farro
  • 200 g. di farina integrale di frumento
  • 100 g. di farina
  • 60 g. semi di girasole
  • 40 g. semi di zucca
  • 80 g. semi di frumento tritati
  • 2 g. semi di coriandolo
  • 2 semi di finocchio
  • 15 g. di sale
  • sesamo
  • burro per lo stampo

 

In una ciotola capiente, sciogliere il lievito nel latte, unire le tre farine, tutti i semi ed il sale . Impastare bene. Coprire il composto con un canovaccio e far lievitare fino a che avrà raggiunto il doppio del suo volume. Lavorare nuovamente l’impasto, dividendo il composto in due pani. Cospargere di sesamo . Far lievitare nuovamente fino al raddoppio e cuocere in forno preriscaldato a 180 ° per circa 40 minuti, mettendo un recipiente con tre dita di acqua nel fondo del forno, in modo da creare la giusta umidità.

Ho usato i cesti di lievitazione , poi ho cotto su piastra refrattaria, se invece usate uno stampo per pane a cassetta, ungetelo e spolveratelo con farina.

2 dicembre 2010

Pane al cioccolato

1 marzo 2011

Popovers al gruyère

Comments

  • Un pane adorabile! Come la sua autrice. Un bacione e buon anno, mia cara.

    30 dicembre 2010
  • che meraviglia! le ricette di pane sono le mie preferite hanno il fascino della lievitazione e del profumo intendo in cucina… splendido pane e auguri per un ricco 2011, con tanta serenità e salute, ciao Ely

    30 dicembre 2010
  • laura

    Reply

    Ciao Carola,
    che il prossimo anno sia buono come questo pane.
    Un abbraccio ,Laura.

    30 dicembre 2010
  • Ciao Carola ed un augurio di cuore per un “buon” 2011, buono come questo tuo pane :)

    1 gennaio 2011
  • Bello, il tuo pane. E belli tutti quelli fatti in casa, che danno una soddisfazione unica. Anche io ho iniziato la mia attività di panificatrice con un libro di ricette “dolomitiche”… e mitiche. Questa me le ricorda. Buon anno e a presto (mi piace questo blog…)

    Sabrine

    2 gennaio 2011
  • ciao Carola, buon anno.
    il pane che proponi è buonissimo, sono in Austria provo a comprare le farine se riesco a capire le scritte in tedesco. Mi piace il corso Thai, mi mandi alcuni dettagli sul corso che non vedo nel blog. baci marica

    2 gennaio 2011
  • bellissimo questo pane….mi piacciono così con semi..ecc..voglio provarlo.!!!ciao!!!

    3 gennaio 2011
  • Ciao, Carola!
    Auguri, Buon Anno!!!
    Oggi, senza sapere del tuo post, pensavo al pane da fare, ho preso il mio libro sui pani, comprato a Merano(!) e ne ho fatto uno ai ceci… buono..
    Un bacione grande, a presto!

    7 gennaio 2011

Leave a comment